scroll

Eclissi e Oreo: la campagna crossmediale

i2M Factory - 25 marzo 2015

Un ottimo esempio di campagna crossmediale quello del brand Oreo in occasione dell’eclissi del 20 marzo nel Regno Unito

L’eclissi del 20 marzo ha generato l’immediata reazione dei brand sui social, che hanno colto la palla al balzo per sfruttare l’evento mediatico a proprio vantaggio, attraverso azioni di real time marketing, o di marketing vero e proprio con strategie studiate a tavolino.
È quest’ultimo il caso di Oreo, il noto brand dal biscotto al cioccolato e la crema al latte: nessuna reazione di real time marketing ma una simpatica, efficace e originalissima strategia di marketing crossmediale, online e offline.
Grazie all’ impiego di diversi media, infatti, Oreo ha sfruttato l’evento per rilanciare la sua campagna Play with Oreo, con l’ obiettivo di coinvolgere il consumatore che deve mettersi in gioco e partecipare, così come fa il brand.

Il mezzo protagonista non è stato internet questa volta, o meglio, non solo. L’idea di maggiore impatto è stata a mezzo stampa, una novità assoluta mai pensata prima: il 20 marzo, il quotidiano The Sun, pubblicato nel Regno Unito, ha visto comparire la prima copertina della storia con un effetto particolare: è stato permesso al marchio Oreo di oscurare la prima pagina del giornale, come se fosse in corso proprio un’eclissi sulla carta stampata. Orea ha acquistato anche due pagine centrali per spiegare l’iniziativa ai consumatori. Il giornale, durante la giornata dell’eclissi, è stato distruibuito da 50.000 tra edicole e punti vendita vari.

the-sun oreo

Insomma, il The Sun è stato completamente brandizzato Oreo, e non solamente offline: Oreo ha “oscurato” con il suo biscotto anche il sito del quotidiano britannico, nei momenti clou dell’eclissi.
A Londra ed Edimburgo, inoltre, istallazioni outdoor hanno mostrato un’animazione in tempo reale, raffigurante l’eclissi con protagonista il biscotto Oreo, basata sui dati della Royal Astronomical Society.

oreo outdoor

Non poteva mancare la parte social. L’ hastag #Oreoeclipse ha fatto il boom su Twitter, ha permesso al brand di creare l’effetto souspance, un’ attesa con tanto di countdown fino al momento dell’eclissi, per poi raccogliere i momenti salienti dell’evento e il feedback degli utenti nei momenti successivi.
Veramente un ottimo esempio di integrazione tra mezzi di comunicazione, sia online che offline, una strategia che ha creato engagement e partecipazione tra gli utenti. Un esempio di crossmedialità ben riuscito, originale, nuovo, divertente, che ha ottenuto un grande consenso.

oreo eclipse

La risposta del pubblico, infatti, è stata assolutamente positiva, sia per quanto riguarda l’inziativa a mezzo stampa che a livello di partecipazione sulle pagine social. Molti utenti hanno simulato la propria eclissi personale giocando con Oreo, e condividendo le proprie immagini sul web.

Oreo ha chiuso l’evento con una call to action mirata all’ acquisto, e la campagna Play with Oreo è stata un successo.

oreo eclipse call to action