scroll

Roma 2024 chiama gli innovatori per le Olimpiadi

Giovanni Stracquadaneo - 30 gennaio 2016

Startup, innovazione, giovani, motivazione e tanta voglia di vincere. Su questo si fonda #LabRoma2024, l’engagment meeting promosso dal Comitato Roma 2024, presieduto da Luca Cordero di Montezemolo, per la candidatura alle Olimpiadi di Roma nel 2024.

È stato un evento molto partecipato, con una “chiamata alle armi” al tessuto innovativo e imprenditoriale giovanile di Roma che ha risposto attivamente.

Gli intenti sono stati più che lodevoli, soprattutto in un periodo di crisi che attanaglia fortemente l’economia e dove gli apparati pubblici hanno necessità di idee innovative e progetti da implementare, e quale migliore opportunità se non quella di guardare al mondo delle Startup, in vista di una candidatura alle Olimpiadi così importante che può avere delle ricadute economiche e sociali di portata gigantesca in una città, ma in generale in un sistema paese.

Ciò che però ci ha un po’ deluso sono le modalità con le quali il Comitato  ha voluto chiamare a raccolta il mondo “startupparo” per invitarlo a elaborare piani, strategia, ma soprattutto per mettere a disposizione conoscenze, best practice, prodotti e servizi.

Non ci è chiaro, a nostro avviso, quelle che saranno le modalità con le quali verranno selezionate le imprese e Startup innovative che potranno contribuire al progetto, oppure se vi saranno delle tavole rotonde o gruppi di concertazione, e soprattutto quali saranno le modalità di relazione.

In attesa di nuovi lumi su Roma 2024 noi di i2M Factory, come tantissimi nostri colleghi e amici, abbiamo già risposto alla chiamata, ora aspettiamo che qualcuno ci spieghi cosa dovremmo fare.