scroll

Chrome e la nuova interfaccia in Material Design

Cristian Alicata - 25 febbraio 2016

Il nuovo Chrome avrà una struttura responsive, con  icone e bottoni più intuitivi, una scrollbar e navigazione in incognito.

Il browser di Google sta per passare alla versione numero 50, e dopo molte indiscrezioni sembra ormai certo che la novità sarà proprio il Material Design.

Il termine Material Design è ormai entrato nel linguaggio comune degli addetti ai lavori, infatti l’interfaccia grafica di Android che Google applica ai suoi dispositivi per rendere l’esperienza utente più agevole possibile è diventata ispirazione per i designer nella progettazione e nello sviluppo delle per le varie interfacce desktop e mobile

Per scoprire le prime novità basta digitare  chrome://md-settings nella barra degli indirizzi del browser di Google e si vedrà già l’interfaccia che andrà a sostituire quella attuale.

Ma cosa cambia nella nuova versione di Chrome con il Material Design?

Ecco alcuni Screenshot:

Chrome e la nuova interfaccia in material design    Chrome e la nuova interfaccia in material design

I cambiamenti grafici apportati rimangono perfettamente coerenti con le interazioni responsive e le animazioni che Google codificò in una serie di do e don’t nella sua guida al Material design; colori, font e forme, icone ed elementi dell’interfaccia utente rendono l’usabilità migliore e aumenteranno l’appeal del browser più diffuso al mondo per la navigazione web.

Analizzando i cambiamenti dettagliatamente vediamo che, il nuovo menu appare ad espansione, i bottoni per le varie funzioni si animano al click e hanno un nuovo design.

Su google code gli sviluppatori hanno già rilasciato anche altre anteprime e da queste possiamo notare gli altri cambiamenti: la modalità di navigazione in incognito sarà nera e la visualizzazione dei filmati apparirà in Overlay.

Chrome e la nuova interfaccia in material design     Chrome e la nuova interfaccia in material design

Inoltre le scrollbar sono state personalizzate, le pagine Downloads, Extensions e  Settings and History sono state riscritte insieme  a tanti altri accorgimenti di usabilità che sono stati integrati per facilitare l’utilizzo di Chrome e che scopriremo solo al rilascio della nuova versione.

Featured image credit: Google