scroll

Yahoo – a un passo dalla vendita

Silvia Risitano - 11 aprile 2016

Yahoo è sempre più vicino a vendere. Google e Verizon non rimangono a guardare e lanciano le prime offerte di acquisizione.

Già nello scorso mese si è visto un brusco calo dei titoli azionari di Yahoo, tanto da portare l’azienda ad effettuare numerosi licenziamenti. Sembra che sia stato tagliato circa il 15% del personale portando alla conseguente chiusura delle sedi nazionali di Messico e Argentina.

Yahoo non regge, più da moltissimi anni, il confronto con Google, tuttavia rimane sempre una società appetibile per alcuni settori economici. Proprio per questo motivo si vocifera che tutto il lavoro di restyling effettuato da Yahoo sia mirato solamente a far sembrare il tutto pulito ed ordinato, pare infatti che i licenziamenti non siano serviti al risanamento delle finanze dell’azienda ma solamente “per mettersi in vetrina” di fronte a possibili compratori.

Con tutto questo lavoro non c’è da meravigliarsi che gli asset societari (database clienti, brevetti, proprietà, ed altro) valgano una cifra che si aggira intono ai 4 miliardi di dollari così come afferma il New York Post e che il mettersi in vetrina ha fatto avvicinare due (in principio si vociferava di tre) acquirenti molto importanti.

Il primo sembrava inizialmente essere, secondo alcune indiscrezioni errate, Microsoft. Pare invece che ad essere interessato alla piattaforma sia proprio Google, causa principale della vendita. La holding Alphabet è infatti interessata ad acquisire il pacchetto clienti e alcuni dei servizi che ancora oggi sono presenti con importanza sul mercato come Yahoo Sport e Yahoo News.

Il secondo compratore interessato all’acquisizione pare essere Verizon, che dopo aver acquistato in passato AOL vorrebbe puntare sul mercato dei servizi. Con l’acquisizione di yahoo avrebbe la possibilità di entrare fin da subito e in maniera competitiva in questo mercato.

Non si dovrà attendere molto per sapere chi si aggiudicherà l’acquisizione dei 4 miliardi di Yahoo, poiché il primo giro di offerte sul mercato azionario è fissato per quest’oggi pomeriggio a Wall Street.

Analizzando i due acquirenti le previsioni che vengono fuori non sono delle più promettenti perché se vincesse la gara il primo compratore, si creerebbe sul mercato un monopolio nel mercato dei servizi web, mentre se vincesse Verizon esso rischierebbe comunque di essere schiacciato dal colosso Google. Per sapere come andrà a finire bisognerà solamente attendere.