scroll

Google Trips: Google inizia a viaggiare

Silvia Risitano - 2 maggio 2016

Google approda nel settore del turismo con Google Trips un nuova applicazione dedicata ai viaggi e agli spostamenti.

Google Trips è il nuovissimo servizio gratuito di bigG, disponibile da fine Maggio 2016

Ancora in fase di beta testing, sembra, da indiscrezioni, che sia già arrivato l’invito da qualche mese alle Guide Locali di Google Maps, per testare questa nuovissima app dedicata agli amanti viaggiatori e travellers.

Le Guide Locali, saranno “Una community internazionale che permette di esplorare il mondo e, al tempo stesso, offre ricompense per chi desidera contribuire al suo miglioramento”. È questa la definizione che da lo stesso Google, per descrivere l’iniziativa partita alla fine dello scorso anno. Per ogni recensione, condivisione, fotografia scattata o altro riguardante il viaggio, le guide riceveranno dei punti, che gli permetteranno di aumentare di livello. Questi livelli raggiunti permetteranno ai partner di usufruire di alcuni benefici.

Livello 1 (0-4 punti): partecipazione a concorsi esclusivi in alcuni paesi;
livello 2 (5-49 punti): accesso in anteprima a prodotti e funzionalità di Google, ed ecco che qui ritorna il discorso di Google Trips.
livello 3 (50-199 punti): badge ufficiale di Guide Locali su Google Maps;
livello 4 (200-499 punti): 1 TB gratuito su Google Drive;
livello 5 (500+ punti): livello massimo in Guide Locali.

Torniamo ora a parlare di Google Trips. Le guide locali stanno ultimando le ultime fasi di beta testing (quindi tutte coloro dal livello 2 in poi), in attesa della data di lancio prevista forse per il 18-20 Maggio 2016, in concomitanza con la I/O 2016 di Google.

Al momento del lancio l’’applicazione sarà disponibile per device Android e permetterà di raccogliere ogni dettaglio relativo agli spostamenti, come ad esempio i voli prenotati e quelli passati, gli hotel e i ristoranti preferiti o che si vuole provare. Sarà possibile anche vedere tutti gli orari dei mezzi pubblici e utilizzare le funzionalità di Google Maps,

Sarà possibile utilizzare l’applicazione Google Trips anche in modalità offline, in modo da permettere anche in situazioni disagiate, di accedere a tutti i contenuti e a tutte le informazioni immagazzinate.

Inoltre, una delle informazioni trapelate dai test svolti dalle guide locali è la possibilità di conoscere le usanze, tradizioni e gastronomia locale della propria destinazione.

Google Trips: bigG inizia a viaggiare Google Trips: bigG inizia a viaggiare Google Trips: bigG inizia a viaggiare

 

[Foto © http://androidworld.nl/]