scroll

Visual storytelling, raccontare attraveso le foto

Silvia Risitano - 22 novembre 2016

Che cos è e che cosa significa visual storytelling? In che cosa consiste la strategia che prevede questa tipologia di marketing? Quali sono gli strumenti che si possono utilizzare?

Fare visual storytelling significa saper raccontare una storia attraverso l’utilizzo di semplici immagini. È definito visual storytelling tutto ciò che comprende l’utilizzo di fotografie e di immagini che possano portare alla promozione di un brand e di un prodotto, come ad esempio illustrazioni di graphic design, video, infografiche o anche fotografie vere e proprie.

Con l’avvento dei social per la  condivisione di fotografie come Instagram o Pinterest, Flickr e Tumblr, ancor più che con Facebook (anche se sono stati stimati circa 200k upload fotografici al giorno), siamo entrati nell’era del visual. Tutto è raccontato attraverso foto scattate da smartphone, ogni istante di vita è condiviso con il mondo digitalizzato, gli stessi social hanno dato maggior rilevanza allo sharing fotografico (ancor di più per quanto riguarda lo sharing video) poiché il cervello umano ne elabora più velocemente il contenuto rispetto ai testi.

Ma come si è arrivati a questa evoluzione che ha portato verso la nascita del cosiddetto visual storytelling?

Da sempre il mondo delle pubblicità ha sfruttato la fotografia e le illustrazioni per la promozione di prodotti.

Il visual storytelling non è altro che una evoluzione che ha portato all’ideazione di storie che possano, attraverso delle immagini, raccontare qualcosa in più del brand e del prodotto creando emozioni e sensazioni. Attraverso questa tipologia di marketing è possibile migliorare l’engagement, aumentare la brand reputation, migliorare l’awareness e infine incrementare anche la visibilità del brand.

Il miglior social network utilizzato per effettuare campagne di visual storytelling è senza dubbio Instagram. Avere un profilo IG di successo spesso richiede molto tempo e molto lavoro alle spalle. Creare una storia su instagram significa scrivere un romanzo senza l’utilizzo delle parole. Molti brand hanno intrapreso campagne di visual storytelling per raccontare la “parte umana” del marchio attraverso il social fotografico, ma tra gli esempi più “virtuosi”e recenti troviamo la storia di Louise Delage.

Luoise era una ragazza apparsa sul social questa estate ed era stata creata (letteralmente) per promuovere una campagna anti-alcolismo (qui ne parliamo nello specifico). Dietro la vita della giovane ragazza vi era sempre lo spettro dell’alcool. Le immagini caricate (non più di uno o due al giorno) raccontavano attimi di vita quotidiana. Erano foto accattivanti e tecnicamente belle che attiravano l’attenzione dello spettatore poiché cercavano di raccontare la vita di questa ragazza che viveva tra il lusso e la sregolatezza dell’alcool.

Ma quali sono le regole utili per ideare una perfetta campagna di visual storytelling?

1. La prima regola da dover rispettare è sicuramente quella di avere una storia da raccontare.
Non è importante che sia nuova oppure già scritta, la cosa essenziale è saperla raccontare. Il visual storytelling offre una visione del racconto maggiormente emotiva e coinvolgente rendendo i visitatori anche dei marketer ossia clienti veri e propri.

2. Realizzare fotografie che siano accattivanti.
Le fotografie devo essere belle ed accattivanti. Non è un semplice fattore estetico ma serve per attirare e coinvolgere l’attenzione dell’utente. È essenziale quindi prevedere una fase di shooting fotografico realizzato da un fotografo professionista, che possa saper cogliere momenti ed emozioni che scaturiscono da un determinato brand o anche prodotto.
Un esempio può essere un ristorante che deve proporre sui social network i propri piatti e che quindi ha bisogno senza l’uso delle parole, di comunicare e trasmettere la sua idea e il suo amore per la cucina, insomma deve raccontare se stesso e la sua storia. Sono le fotografie selezionate a dover raccontare il tutto e allo stesso tempo essere belle per attirare la clientela.

3.Creare un emozione con le foto.
La fotografia nel visual storytelling, per essere tale, deve raccontare una storia facendo scaturire delle emozioni, le sensazioni devono portare l’utente o il cliente in un viaggio ideale facendogli percepire come un prodotto o servizio è stato ideato o concepito.

“La forza del visual marketing non risiede nella scelta di una semplice bella immagine. La forza risiede in una immagine che racconta qualcosa e che crea emozioni. — Simone Serni, Marketing Manager”

Tra i nostri servizi forniamo ai nostri clienti anche l’ideazione e la realizzazione di una campagna marketing che comprenda una strategia di visual storytelling. Seguiamo il processo dal concept, alla selezione dei prodotti e delle location, dalle riprese fotografiche alla post-produzione.

Visual storytelling, raccontare attraveso le foto