scroll

Logo efficace: perché averne uno?

Silvia Risitano - 30 marzo 2017

Come si realizza un logo efficace? Quali caratteristiche deve avere? Perché è importante per un brand averne uno?

Ideare un logo di successo non è sempre semplice. La progettazione di un logo efficace richiede uno studio attento che vada a interpretare la mission e gli obiettivi aziendali.

È attraverso ciò che percepiscono gli occhi che si può cogliere l’identità di un brand ed è quindi fondamentale scegliere come sono utilizzati i colori, i simboli e anche i caratteri tipografici.

Un logo efficace deve possedere cinque caratteristiche principali che lo rendono, agli occhi di chi lo osserva, vincente. È da ricordare che questo non è altro che l’espressione finale di un progetto denominato branding. È attraverso questo strumento che l’azienda è in grado di differenziare il prodotto che offre.

Inoltre non bisogna mai dimenticare che l’ideazione di un logo significa prima di tutto rendere chiara e visibile a tutti, la mission del brand e i suoi stessi valori. Per tale motivo, un logo efficace deve sempre rispettare 5 regole fondamentali:

• Deve essere semplice

Più un logo è semplice e maggiore sarà la capacità del cliente di comprenderlo. Troppi dettagli inutili potrebbero portare a facili fraintendimenti. Sono sconsigliabili font poco leggibili, come quelli in corsivo o di dimensioni troppo piccole. È essenziale anche nella scelta del branding dell’azienda, rispettare le proporzioni. Un logo efficace deve dare sempre un segnale di positività.

• Facile da ricordare

Per un logo la caratteristica essenziale è quella di essere facile da ricordare. Per questo è utile concentrarsi su l’ideazione di un design unico e originale che possa essere anche di forte impatto. Tuttavia, è errore comune lasciarsi influenzare dalle mode del momento, strutturando tutto il brand su un fattore puramente estetico ma allo stesso tempo poco funzionale.

• Eterno

Più un logo è facile da ricorda più sarà eterno. Più un logo sarà originale e più rimarrà impresso nella mente dei consumatori. Un branding per essere di successo deve anche essere eterno ovvero deve sapersi adattare ad ogni epoca.

• Versatile

Il logo perfetto deve essere in grado di adattarsi ad ogni tipologia di supporto e di utilizzo. Non deve temere il tipico effetto “sgranato”. A tal proposito è sconsigliato infatti elaborare loghi aziendali con programmi che non supportano la grafica vettoriale.

• Appropiato

Nelle fasi di progettazione di un logo è essenziale capire subito il target di riferimento del brand interessato per identificare il settore di riferimento. È tuttavia da ricordare che non sempre un logo rappresenta fedelmente l’occupazione dell’azienda, ma solamente l’identità

Ecco quindi un esempio di 5 loghi eterni che nascondono all’interno significati inaspettati:

• Toyota

È noto che il logo della casa automobilistica è costituito da tre ellissi, che disegnano chiaramente una “T“. Tuttavia vi sono altre spiegazioni dietro il marchio.
Oltre alla metafora delle tre ellissi, che rappresenterebbero l’azienda giapponese e la sua clientela, è possibile leggere anche l’intera parola Toyota.

Logo efficace: perché averne uno?

• Apple

Da dove nasce l’idea della mela morsicata? È risaputo che la Apple passò dall’immagine di Newton che legge sotto un melo, alla mela che tutt’oggi ricordiamo con i colori dell’arcobaleno. Tuttavia, esistono delle ristampe dei manuali degli Apple II che hanno al loro interno il prototipo di mela (ancora intera e in bianco e nero) ideata da Rob Janoff. L’idea del logo finale, quello che tutt’oggi ammiriamo e ricordiamo, deriva proprio da uno di quei manuali, in cui vi era la scritta: “taking a bite of Apple”, ovvero “Dai un morso alla mela”.

Logo efficace: perché averne uno?

• FedEx

La FedEx è una delle più grandi compagnie di spedizioni al mondo. Sapevate che nel suo logo, dai tratti semplici e minimali si nasconde la freccia, simbolo delle spedizioni? Provate a guardare tra la E e la X!

Logo efficace: perché averne uno?

• Amazon

Amazon è il sito di Ecommerce più famoso al mondo. Al suo interno è possibile trovare di tutto, dall’acqua da bere fino agli zaini di scuola. Insomma ogni prodotto, dalla A alla Z. Ed è proprio quello che suggerisce anche il logo. Il tutto inoltre è collegato da una freccia che raffigura un sorriso.

Logo efficace: perché averne uno?

• Audi

Perché il logo della Audi possiede 4 cerchi uniti tra di loro? Perché derivano dalla fusione di quattro aziende, che nel 1932, hanno dato vita alla moderna Audi: Wanderer, Audi, DKW ed Horch.

Logo efficace: perché averne uno?
Logo efficace: perché averne uno? - i2M Factory - Digital Agency